Published on 9/11/2020
Categories: Applications

Come decerare correttamente le parti prodotte con la manifattura additiva del metallo

Come decerare correttamente le parti prodotte con la manifattura additiva del metallo

This article is available in English too.

La manifattura additiva è una tecnologia di produzione che sta guadagnando sempre più terreno tra i metallurgisti. Il processo coinvolge tutte le tecniche utilizzate per creare oggetti metallici 3D da un design digitale.
La produzione di oggetti tridimensionali solidi tramite la tecnologia AM è diversa dalla produzione sottrattiva tradizionale, che utilizza un blocco di materiale solido da cui vengono rimossi i pezzi in eccesso per produrre le forme desiderate.

La produzione additiva in metallo, al contrario, aggiunge materiale, passo dopo passo fino a ottenere l'oggetto richiesto.

Alcune delle ragioni per approcciare queste nuove tecnologie sono:

  • I costi delle stampanti 3D sono in calo, grazie ai notevoli passi avanti ottenuti dalla tecnologia.
  • Non esistono più i limiti geometrici imposti dalla manifattura sottrattiva.
  • È possibile creare molteplici versioni dello stesso prodotto, senza che vari il costo di produzione.
  • Si ottiene una drastica riduzione degli scarti di lavorazione.

Il notevole incremento nel mondo del metal additive manufacturing dell’utilizzo di metodi quali il Metal Injection Moulding (MIM), il Binder Jetting (BJ) e il Fused Deposition Modeling (FDM), ha spinto TAV VACUUM FURNACES a progettare e installare un forno a vuoto per deceraggio termico nel proprio laboratorio di Ricerca e Sviluppo, al fine di sperimentare le migliori soluzioni per questa delicata fase di post-produzione.

Forno in vuoto

Se desideri saperne di più sui pro e contro del Metal Injection Moulding e del Binder Jetting, ti invito a leggere gli articoli:
Metal Injection Molding o Binder Jetting, quale utilizzare? [1/2]
Metal Injection Molding o Binder Jetting, quale utilizzare? [2/2]

Veniamo ora all’argomento centrale di questo articolo, ovvero cos’è la deceratura e quali sono i migliori metodi per ottenerla.

Cos’è il deceraggio termico nella manifattura additiva dei metalli?

La manifattura additiva non può prescindere dal processo di deceraggio termico post stampa.

La stampa dei campioni viene realizzata grazie all’estrusione di una miscela di polvere metallica e polimero fino ad ottenere la forma e le dimensioni desiderate. 
I polimeri, chiamati anche binder, sono costituiti da una miscela di composti organici di tipologia e quantità differenti, con diversi punti di fusione. 

Il deceraggio termico ha lo scopo di separare i polimeri dalla polvere metallica ottenendo così un campione da sinterizzare.

In poche parole, il trattamento di debinding consiste nell’evaporazione completa del legante per privare il campione metallico di ogni composto organico, lasciandolo intatto per la successiva sinterizzazione in vuoto.

Ti invito a leggere l’articolo fino alla fine, poiché ti illustrerò la maniera corretta di rimuovere i leganti senza rischiare di contaminare i campioni o addirittura la camera termica.

Come si ottiene il deceraggio dopo la stampa 3D del metallo

L’impianto da deceratura del laboratorio R&S di TAV VACUUM FURNACES è in grado di asportare il polimero e condensarlo in specifiche trappole evitando contaminazioni della camera termica e dei campioni nelle successive fasi di lavorazione.

Il forno da debinding del laboratorio è quindi dotato di differenti peculiarità tecniche in grado di soddisfare i requisiti richiesti dal mondo additive manufacturing.

Il sistema di riscaldamento

Il sistema di riscaldamento, che gioca un ruolo fondamentale nel processo di deceraggio, è basato sui seguenti componenti:

  • Resistenze corazzate: costituiscono il sistema di riscaldamento, interponendosi nel coibente tra il forno e la storta, o anche chiamata camera termica.
  • Termocoppie di controllo: regolano il processo e vengono poste sia nel forno che nella camera termica tali al fine di raggiungere la temperatura impostata con un alto grado di precisione.

Le temperature di lavoro nella fase di deceraggio sono comprese nell’intervallo tra i 70 °C e i 450 °C, corrispondenti alle temperature di fusione dei diversi composti organici.

Il gas

Un ruolo essenziale nella deceratura è costituito dalla presenza di gas inerte.

I gas agiscono come vettore (carrier) dei componenti degradanti evitando fenomeni di ossidazione e riduzione sulla superficie metallica del campione.

Il forno è predisposto per il deceraggio di diversi materiali con gas differenti:

  • Per gli acciai inossidabili, ferro e Inconel viene utilizzato l’azoto.
  • Per le leghe in titanio (come il Ti-6Al-4V) è possibile l’utilizzo di argon.

Durante il ciclo termico è fondamentale assicurarsi una distribuzione omogenea del gas carrier nella camera termica in modo da garantire la rimozione omogenea dei polimeri dal campione.
In particolar modo, TAV VACUUM FURNACES ha installato una girante di convezione in grado di uniformare il flusso di gas all’interno del suo forno in vuoto.

Girante di convezione

Ti è piaciuto fino a qua l'articolo?

Prima di continuare nella lettura, seguici sulla nostra pagina Facebook cliccando il pulsante qui sotto!
In tal modo rimarrai aggiornato sulle tecnologie più avanzate per i trattamenti termici non solo con i nostri articoli, ma anche con le migliori pubblicazioni che raccogliamo in giro per la rete.

Come evitare le contaminazioni durante la deceratura

Nella fase di degradazione dei polimeri, il legante evaporato può condensare come liquido o come polvere.

Per questa ragione TAV VACUUM FURNACES ha progettato e installato contenitori in grado di raccogliere i prodotti di degradazione della deceratura.
La raccolta, localizzata in specifici sistemi di stoccaggio, consente una rimozione specifica dello stearato escludendo la contaminazione della camera termica e dei campioni stessi.

La soluzione ideale è installare in serie un serbatoio di stoccaggio e una trappola, il tutto coadiuvato da un efficiente impianto di raffreddamento.

  • Il serbatoio di stoccaggio è adibito alla raccolta dello stearato che condensa sulle pareti fredde in fase liquida. In caso di eccessivo accumulo di binder post processo nel serbatoio, quest’ultimo può essere smontato e pulito.
  • I prodotti di degrado in forma solida vengono invece concentrati in una speciale trappola. La trappola è costituita da serpentine in rame raffreddate ad acqua circondate da paglia metallica. Inoltre, sono presenti griglie in acciaio con maglie via via più fini dal basso verso l’alto in grado di filtrare con efficacia crescente la cera decomposta.
  • Il sistema di raffreddamento del forno è provvisto di una girante presente nella zona sottostante dell’impianto. La girante di raffreddamento ha lo scopo di aspirare aria dall’esterno trasferendola al forno evitando di entrare in contatto con la camera termica.

Serbatoio di stoccaggio

Il serbatoio di stoccaggio

Trappola

La trappola

Girante di raffreddamento

La girante di raffreddamento

La crescente pervasività della manifattura additiva sia a livello tecnologico che commerciale, ha portato TAV VACUUM FURNACES ad affrontare e sostenere questa tecnologia con impianti sempre più specifici per la deceratura e sinterizzazione.  Per maggiori informazioni sugli infiniti vantaggi e possibilità offerti dalla stampa tridimensionale del metallo, contattaci senza impegno.

Se vuoi saperne di più sul processo di deceraggio e sinterizzazione, la cosa migliore che puoi fare è scaricare la nostra esaustiva guida gratuita sulla sinterizzazione in vuoto.

Scarica l'eBook gratuito

Scarica la guida gratuita alla sinterizzazione in vuoto e ottieni una panoramica approfondita del processo per utilizzarlo e migliorare i tuoi prodotti.
Impara come la metallurgia delle polveri, stampaggio a iniezione (MIM), stampa 3D e altre tecnologie simili, possono trarre grandi vantaggi dai processi di sinterizzazione in vuoto.

You are the reader number 15,018.

Comments

Next article

Medical-dental applications: 3 benefits of vacuum heat treatments applied to 3D printing

Next article

Would you like to see a particular topic covered on this blog?

If you have an idea for an article or just have a question for us, we will be pleased to listen.